The Band

Marco Valerio Zangani

Marco Valerio Zangani

Born in Rome in 1964, he leaves the town with his family in his early years to come back, due to his job, in 1988 from Naples, where he has started to play guitar with rock bands at an amateur level. Very fond of hard rock and heavy metal though not a full-time musician, in Rome he sets up Sacer Tiber in 1992 to carry out original hard rock songs written by himself. He remains with that band till the end of the Nineties, recording some demo-tapes and performing often live with some success but without reaching a recording deal. When Sacer Tiber are wound up, he devotes himself to evolve his instrumental technique and songwriting toward contemporary neoclassical power metal, without nevertheless giving up traditional hard rock, and in 2003 he forms Steel Seal in order to merge the two genres as carrying out new original songs. Composer of the band’s music and lyrics, he’s keen on classical music, particularly the baroque and romantic one, and on poetry, especially romantic, often a source of inspiration for the verse of his songs.

Luca Iovieno

Luca Iovieno

Nato a Roma nel 1977, inizia presto lo studio della batteria sotto la guida di Cristiano Micalizzi, appena ritornato in Italia dagli U.S.A. Con lui studierà diversi anni e parteciperà ai seminari della Berklee College of Music di Boston, università della quale Micalizzi è collaboratore, ad Umbria Jazz. Nel ‘99 esce il primo disco con la band prog-metal River of Change (Where reality cannot enter), che riscosse un buon successo. Successivamente si unisce ai thrash-metallers Enemynside con cui si esibisce in numerosi live. Nel 2005 entra in contatto con Marco Valerio Zangani e diventa parte degli Steel Seal, con i quali registra nel 2006 l’album d’esordio By the Power of Thunder. Nel 2008 registra l’album Heilagmanoth della band prog-gothic-symphonic Dunwich. Parallelamente alle attività in studio, suona per tutta Italia con esperienze diverse dalle rock bands, come musical e orchestre. Nel 2010 registra Redemption Denied, secondo album degli Steel Seal. Nel 2013 entra in studio per il nuovo album dei River of Change, disco che è ancora in lavorazione. Nel 2017 registra The Lion’s Den, terzo album degli Steel Seal. Nel 2019 entra nel gruppo doom-alternative Witches Of Doom, coi quali registra un brano per una compilation-tributo ai Death SS e successivamente il terzo album della band, Funeral radio, uscito nel 2020, mentre procede con gli Steel Seal alla registrazione del quarto album Fireraiser. Attualmente suona con Steel Seal, River Of Change e Demon’s Whip.

Roberto Fasciani

Roberto Fasciani

Roberto Fasciani ha iniziato a suonare il basso da autodidatta nel 1994, e nel 1998 si iscrive all'Università della Musica a Roma diplomandosi nel 2003 alla Percentomusica. Ha collaborato con Michael Angelo Batio, Dean Bowman, Mark Boals, Leon Hendrix, Graham Oliver, Stan Skibby, Fabio Frizzi, Pierpaolo Capovilla, Octopus Orchestra, Novembre, Marco Conidi, AIIR, Blue Experience, Los Bastardos, Stefania Calandra, Dogmate, Dunwich, Hydra, Orchestra Nazionale. Finalista del concorso internazionale European Bass Day nel 2005. Ha scritto articoli per i portali dedicati ai musicisti Music Off e Guitar&Bass, scrivendo recensioni e intervistando vari musicisti italiani e stranieri. Al momento è impegnato con: Fabio Frizzi “Frizzi 2 Fulci”, Ilenia Volpe, il duo "Roberto Fasciani & Riccardo Rocchi", Los Bastardos, Steel Seal e EHFAR. Collabora per live e registrazioni come turnista, con all'attivo centinaia di concerti tra Italia, Europa, Nord America e Asia. Ha partecipato ai festival Beyond Festival, Mondo Con, Bloody Week-end, Rock in Roma, Gods of Metal, Etnika Rock, Abertoir International Horror Festival, Maskoon Fantastic Film Festival, Generazione XL, Nessun Dorma. Il suo primo metodo di basso "Studi Ritmici per Basso Elettrico" è stato pubblicato dalla casa editrice Dino Audino Editore nel 2018. Insegna a Roma basso e laboratori di musica d'insieme in varie scuole di musica.

Adriano Rossi

Adriano Rossi

Adriano Rossi nasce nel 1970. A 12 anni comincia a studiare pianoforte classico con i nonni materni, entrambi musicisti professionisti. A circa vent'anni, essendosi appassionato di rock, unisce le due passioni e comincia a suonare le tastiere con vari gruppi a Roma, facendo molti concerti negli allora tanti locali romani che facevano suonare rock. Tra le innumerevoli serate fra rock italiano e cover dei Queen, insieme al suo amico chitarrista Ubaldo Ricci decide di formare un gruppo tribute di Yngwie Malmsteen, i Black Stars, dove con Bruno Baudo (ora voce dei Daylight Silence), Roberto Fasciani (basso) e Luca Iovieno (batteria) inizia una lunga collaborazione musicale. Quando conosce Marco Valerio Zangani, che ha in cantiere il progetto di formare gli Steel Seal, accetta con entusiasmo. Rossi fa anche il fonico di professione ed insieme a Zangani realizzano il Demo 2003, un demo-CD di 5 pezzi inediti dove fa sia il tastierista che il fonico; alla voce e al basso porta i suoi amici Baudo e Fasciani, usando per comodità una batteria elettronica progammata insieme a Zangani. L'Undeground Symphony accoglie con piacere i brani e nel 2006 produce il primo album degli Steel Seal, By the power of Thunder , in cui Rossi comunque non suonerà per impegni precedenti e problemi di tempo; problemi poi risolti, in quanto negli album successivi Rossi sarà il principale tastierista degli Steel Seal. E' anche compositore di musica classica minimalista per pianoforte. Per quanto riguarda lo stile musicale, Rossi è un tastierista metal neoclassico a tutti gli effetti: organi, archi, cori e synth i suoi suoni preferiti, molta potenza sonora, soli tecnici e veloci spesso con inserimenti di progressioni classiche.